Crea sito

esercizi di bioenergetica

"Se rispettiamo il nostro corpo, rispettiamo il corpo di chiunque altro. Se sentiamo quello che accade nel nostro corpo, sentiamo anche quanto avviene nel corpo della persona alla quale siamo vicini. Se siamo in contatto con i desideri e i bisogni del nostro corpo, conosciamo i bisogni e i desideri altrui e, al contrario, se non siamo in contatto con il nostro corpo, non siamo nemmeno in contatto con la vita."       Alexander Lowen

scarica il file:

“Gli esercizi bioenergetici, se praticati regolarmente e in modo non competitivo, possono favorire in chi li esegue maggiore padronanza di sé, una respirazione più profonda, una consapevolezza maggiore del proprio corpo e del senso di radicamento, sensazioni più intense, più vitalità e spontaneità; in una parola, promuovono il piacere di essere vivi!”  (Alexander e Leslie Lowen) 

Corsi

Le classi di esercizi si svolgono in gruppi da 6 a 12 persone con incontri di 75  minuti, frequenza settimanale o quindicinale, presso la sede di via Salvo d'Acquisto 5/d, Mozzecane (Verona)

consigliati abbigliamento comodo e calze di spugna-lezione di prova gratuita

 

Ciclo di 7 incontri 

marzo - giugno

di martedì dalle 18.00 alle 19.15 

info e prenotazioni: contatti

La pratica della Bioenergetica non è competitiva e può essere svolta da chiunque e a qualsiasi età. 

Durante l’intero ciclo di vita, rappresenta una valida forma di prevenzione della salute psicofisica e di promozione del benessere personale.

contatti

 

Bioenergetica in gravidanza

In modo particolare, la donna in gravidanza potrà trarre molto beneficio dagli esercizi di grounding e dalle posizioni che intervengono sulle tensioni muscolari della schiena.

Il  lavoro corporeo sarà prevalentemente incentrato su:

-ascolto delle sensazioni corporee -riconoscimento e scioglimento delle tensioni muscolari -esercizi sulle gambe per favorire il grounding -respirazione addominale e diaframmatica -mobilità della fascia bacino – pelvi-momenti di distensione e rilassamento

Attivazione di corsi specifici su richiesta

Perchè gli esercizi di bioenergetica fanno bene

Oltre a trattamenti terapeutici del profondo, la bioenergetica comprende esercizi e tecniche di consapevolezza messi a punto dal 1960 da Alexander e Leslie Lowen che hanno lo scopo di mettere la persona in contatto con la realtà del suo corpo e aumentarne la vitalità e il benessere emotivo .
Il dott. Alexander Lowen introdusse le classi di esercizi di bioenergetica con lo scopo di promuovere e favorire nelle persone una maggiore salute psicofisica, di prevenire malattie e disagi e creare un contesto sicuro e positivo in cui eseguire gli esercizi insieme ad un gruppo di persone. La loro pratica non rientra nell’area delle attività psicoterapeutiche ma piuttosto nell’area della prevenzione e della  psicologia della salute.
Le classi di esercizi possono essere definite come dei gruppi di persone che, con la guida e l'aiuto di un conduttore specializzato, eseguono specifici esercizi volti a sciogliere tensioni e blocchi  muscolari nelle diverse aree del corpo. 

Scopo degli esercizi bioenergetici è aiutare ad entrare più profondamente in contatto con il proprio corpo, accrescendo le sensazioni in esso; diventare consapevoli delle tensioni   muscolari e lavorare sul movimento e sulla respirazione in modo graduale per favorirne il rilascio. Sbloccando così l’energia intrappolata nel corpo e lasciandola fluire in modo più libero ne consegue un senso più grande di vitalità che accresce la capacità di sentire piacere, la  motilità ed il benessere ad un livello sia muscolare che emozionale.

Nella pratica  di esercizi bioenergetici  si sperimenta l'importanza di avere grounding (radicamento), di percepire i piedi "ben piantati per terra", per potersi sentire solidi nell'affrontare il mondo e la realtà circostante e mantenere una respirazione ampia e rilassata.
Via via che vengono eseguiti gli esercizi, alternando ogni esperienza con momenti di ascolto delle proprie sensazioni corpore, il corpo passa dalla quiete al movimento secondo tappe che seguono un preciso  percorso - tensione, carica, scarica, rilassamento - in grado di favorire il contatto con le sensazioni fisiche, lo sviluppo della percezione del corpo nel suo insieme e l'integrazione di una nuova e sempre più profonda  consapevolezza corporea e psichica.
Risulta importante non andare mai nello sforzo eccessivo , anche nei momenti di maggiore tensione, per non trasformare in una 'performance' quella che dovrebbe essere un'occasione di autoconsapevolezza e uno spazio per sé. Gli esercizi bioenergetici differiscono infatti dagli esercizi di ginnastica, tesa sostanzialmente al  miglioramento della prestazione fisica e al raggiungimento della “giusta” forma, in quanto  mirano al sentire e non al fare, all’entrare in contatto con se stessi prendendo coscienza dei propri blocchi corporei ed emotivi.

Il lavoro sul corpo proposto dagli esercizi di bioenergetica ha lo scopo di ridurre lo stress psicofisico (stress significa “tensione”); ogni esercizio, seguendo il ciclo naturale dell'energia, si sviluppa secondo una fase di “contrazione” (tensione-carica) e di “espansione” (scarica). Durante la fase di contrazione la posizione mira ad aumentare la tensione del muscolo (o gruppo di muscoli) su cui si sta lavorando, mentre nella fase di espansione il muscolo si libera dello stress contenuto in quell'area, tramite le vibrazioni e il movimento. Dopo questa fase di “scarica”, segue una fase di rilassamento dove la persona può entrare in contatto con le  sensazioni, i vissuti emotivi e le percezioni del corpo.
Vengono impiegati brani musicali, l’ascolto di frequenze rigeneranti, tecniche di lavoro con la voce, con gli occhi e con ogni distretto corporeo in cui sono presenti  tensioni da rilasciare.
Man mano che si lavora secondo questo ciclo energetico di tensione-carica-scarica-rilassamento, l'energia tende a salire. Di conseguenza, nonostante gli esercizi possano qualche volta risultare faticosi all’inizio, le persone finiscono per sentirsi meglio e più vivi, poichè la loro energia, non più intrappolata nelle tensioni corporee, è libera di  fluire liberamente.